Milan, Montella: "Il destino dipende da noi. Dobbiamo giocare senza timori"

Milan, Montella:

"I tre punti hanno lo stesso peso di quelli in palio contro ilChievo, forse solo con Inter, Lazio e Atalanta valgono di più, perché in palio c'è l'Europa". Se la Juventus, giocherà per allungare la striscia di vittorie consecutive davanti alle mura amiche, il Milan di Vincenzo Montella cercherà di compiere l'impresa di sbancare per la prima volta la fortezza bianconera, per non perdere ulteriore terreno dalle rivali nella corsa all'Europa. L'aspetto mentale è molto importante - l'ultimo esempio è quello del Barcellona contro il Psg - e sarà fondamentale per i rossoneri avvicinarsi in classifica alle rivali. Siamo nel momento chiave della stagione. È un obiettivo anche per noi arrivare a ragionare in questo modo.

"Per noi è una sfida quasi proibitiva". La fortuna non mi piace menzionarla, dobbiamo fare le cose al meglio e con furore. "L'atteggiamento deve essere quello di una finale, a prescindere dagli avversari che sono molto forti e si gasano nel loro stadio".

I giocatori a disposizione sono in tutto 23 a partire da Donnarumma, Plizzari e Storari che sono i portieri; i difensori convocati sono De Sciglio, Antonelli, Zapata, Calabria, Romagnoli, Gomez, Vangioni e Paletta; i centrocampisti sono Locatelli, Bertolacci, Sosa, Kucka, Poli, Pasalic e Mati Fernandez; per l'attacco i bomber Lapadula e Bacca, ed anche Suso, Ocampos e Deulofeu. Da vedere se è convocabile. Formazione? C'è ottimismo per Suso, vediamo oggi. "Loro sanno comandare il gioco e vincere, ma si possono battere". "Certo, io gli direi di concentrarsi sul traguardo europeo (sorride, ndc)". L'Atalanta lotterà fino alla fine e c'è bisogno di essere equilibrati in queste 11 partite. Credo che la storia si risolverà all'ultima giornata.