Juve-Milan, la rabbia dei rossoneri: nello spogliatoio la scritta "Ladri di m..."

Juve-Milan, la rabbia dei rossoneri: nello spogliatoio la scritta

La Juventus ha scelto di non sporgere denuncia per i danni negli spogliatoi, ma la guerra con il Milan è ormai totale.

"Non che sia una giustificazione per spaccare gli arredi in casa d'altri, sia chiaro, ma fa parte di quella che viene considerata una 'forma di intimidazione' che si vive allo Stadium e che passerebbe anche dall'atteggiamento che gli juventini tengono nei confronti dei direttori di gara (Montella: "Ho visto che i loro giocatori si rivolgevano costantemente all'arbitro")". Probabilmente tutto è avvenuto nel corridoio che porta allo spogliatoio degli ospiti. Anche i vari Donnarumma (eloquente il video del suo labiale), De Sciglio e Poli non avrebbero dato freno al proprio nervosismo e si parla anche di rischio squalifica per qualche rossonero. Il colombiano potrebbe essere punito con due giornate, mentre il Milan sarà con tutta probabilità richiamato a risarcire la Juventus per i danni allo Stadium.

Servirà di certo fare chiarezza sul futuro della società, scoprendo i programmi della nuova dirigenza cinese ma, nelle prossime settimane, potrebbe giungere la tanto attesa prima firma del contratto da maggiorenne, prolungando l'accordo con il Milan, che attualmente prevede una scadenza nel 2018. A questo punto il Milan attende con ansia la decisione di domani del Giudice Sportivo sul comportamento di Carlos Bacca, che ha inveito contro l'arbitro Massa a fine partita.