Camorra a Pianura: maxi operazione contro i clan Pesce

Camorra a Pianura: maxi operazione contro i clan Pesce

La Polizia di Stato sta eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 28 persone ritenute appartenenti ai clan camorristici Pesce-Marfella e Mele, del quartiere Pianura della città. Per un soggetto è scattato l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Grazie al lavoro investigativo e ad alcune intercettazioni telefoniche e ambientali corredate dal racconto di numerosi pentiti si è fatto luce sulle attività criminali dei due clan. Contestualmente si sta eseguendo anche un sequestro di denaro ritenuto provento di spaccio di droga. I reati contestati sono associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, omicidio, porto e detenzione illegale di armi, estorsione, ricettazione, reati aggravati dal metodo mafioso.

Una faida quella fra i due clan rivali che ha visto nel corso degli anni vari regolamenti di conti fra affiliati a causa della concorrenza spietata per il controllo del territorio e la gestione delle piazze di spaccio, dell'estorsione, e del racket a danno degli esercizi commerciali.

Identificati anche i mandanti e gli esecutori materiali dell'omicidio di Luigi Aversano, affiliato al clan Mele, messo in atto da esponenti del clan Pesce/Marfella il 7 Agosto del 2013. Due dei destinatari di provvedimenti restrittivi sono donne che gestiscono le casse del clan utilizzata anche per pagare gli 'stipendi' alle famiglie dei detenuti.