Virginia Raggi interrogata dai pm per il caso Marra

La prima cittadina capitolina è indagata per abuso d'ufficio e falso nell'ambito dell'inchiesta sulla nomina di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex braccio destro di Raggi, a direttore del dipartimento turismo del campidoglio. Da qualche giorno sarebbe, infatti, all'attenzione dei pm la notizia che l'attivista del M5S Salvatore Romeo, successivamente scelto da Raggi come capo del suo staff di sindaca, avrebbe indicato Raggi come beneficiaria di una sua polizza vita da circa 30mila euro. Il 20 giugno Raggi viene eletta sbaragliando Roberto Giachetti e tre settimane dopo nomina il dipendente comunale Romeo a capo della sua segreteria. (...). Le domande che certamente i pm si staranno ponendo sono molte: perché Romeo sceglie come beneficiaria della polizza sulla vita Virginia Raggi?

Secondo le anticipazioni del Fatto quotidiano e dell'Espresso, la procura indagherebbe anche su altre polizze a favore di dirigenti grillini, per un ammontare complessivo di 100mila euro. Ieri il leader M5S Beppe Grillo ha ribadito la fiducia nella sindaca con un post sul proprio blog. Romeo fino a quella nomina guadagnava 39 mila euro all'anno. Romeo lascia il nuovo posto il 17 dicembre 2016 dopo l'arresto dell'amico Raffaele Marra per corruzione.

"Vedremo quello che succederà e poi faremo le valutazioni".

I magistrati romani stanno adesso cercando di capire la struttura dei business finanziari di Romeo (che non risulta sia ricco di famiglia), se i soldi fossero davvero i suoi o fossero investimenti fatti per conto terzi, oltre a studiare le clausole delle polizze in merito ai beneficiari. "Non so nulla di questo - ha aggiunto - i giornali hanno bisogno di vendere, per cui mettono tutti insieme ma di fatto, noi continuiamo a lavorare per la città che è la cosa migliore che possiamo fare". Ancora più critico Pietro Calabrese consigliere M5s. Nella stessa chat sono presenti anche Daniele Frongia, ex capo di gabinetto della giunta Raggi poi spostato all'assessorato allo Sport, e Paolo Ferrara, capogruppo M5S in Consiglio comunale.