Trump pronto ad inviare truppe in Mexico

Trump pronto ad inviare truppe in Mexico

L'autoproclamatosi re dei rom, Dorin Cioaba, intende scrivere una lettera al presidente americano Donald Trump proponendogli la possibilità di far costruire il muro di separazione tra gli Usa ed il Messico ad una squadra di Rom. "Ho pensato di fargli un'offerta - ha detto Cioaba all'agenzia Mediafax. Noi siamo disposti ad aiutarvi in questo grande problema, però bisogna che siano messi fuori combattimento e voi finora non avete fatto un buon lavoro per metterli fuori combattimento".

Ma il governo messicano, in tutta risposta, ha tenuto a precisare che non tirerà fuori neppure un dollaro. Donald Trump - secondo quanto riporta il Washington Post - ha 'strapazzato' al telefono anche l'alleato australiano Malcolm Turnbull, accusandolo di voler esportare negli Stati Uniti terroristi, come gli attentatori della maratona di Boston. Questa reazione di Trump sarebbe dipesa dalla posizione di Turnbull che ha chiesto alla Casa Bianca di rispettare l'accordo secondo cui gli Usa dovrebbero accogliere 1.250 rifugiati che si trovano, al momento, nelle carceri australiane. Il Tycoon avrebbe risposto "E' la peggiore intesa di sempre". Intanto il Ministro degli Esteri Messicano dato smentita ufficiale in merito alla telefonata intercorsa con Trump e le presunte minacce a Enrique Pena Nieto e tramite Twitter le ha definite un'assoluta falsità fatte con "una evidente cattiva intenzione". Intanto a Berkeley sono scoppiate violente proteste nel campus universitario, dove si attendeva l'intervento del collaboratore di Breitbart nonché personaggio di spicco dell'estrema destra Milos Yinnopolus.