Serie B, paura a Verona: un tifoso della Spal cade dagli spalti

Termina in parità il posticipo della 26^ giornata. In terra scaligera si sono sfidati i due migliori attacchi del campionato, con i 44 goal messi a segno dal Verona e i 41 della Spal, ma è finita a reti bianche. Partita che inizia sulle ali dell'equilibrio e dopo una prima fase di studio la gara si accende alla mezz'ora con la prima occasione degli ospiti con Floccari che di testa manda fuori. Ultimo tentativo per il Verona, ma Soprayen non trova la porta di Meret. Nella ripresa è Bessa al quarto d'ora ad accendere le emozioni con un tiro che su corner sfiora il palo alla destra di Meret. Pari dal sapore amaro per la Spal che può recriminare per una traversa colpita da Vicari nel finale.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; A.Ferrari, Boldor, Ant.Caracciolo, Souprayen; F.Zuculini (68' Luppi), Fossati (78' Cappelluzzo), Zaccagni; Fares (89' S.Ganz), Pazzini, Bessa. All. A disp.: Coppola, Bianchetti, Troianiello, Stefanec, Tupta, Zuculini B. All.: Pecchia.

SPAL (3-5-2): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Lazzari (80'Del Grosso), Schiattarella, Arini, Mora, Costa; Antenucci (69'Zigoni), Floccari. A disp.: Marchegiani, Gasparetto, Silvestri, Finotto, Schiavon, Castagnetti, Del Grosso, Ghiglione. Lo scontro d'alta classifica si è concluso sullo 0-0, permettendo così ai gialloblu l'aggancio al Benevento mentre Floccari e compagni restano ad una sola lunghezza.