Insigne, Hamsik e Zielinski: il Napoli dimentica Madrid

Insigne, Hamsik e Zielinski: il Napoli dimentica Madrid

E sono tanti sono i tifosi azzurri, ma anche gialloblù che non vogliono perdersi il match e stanno iniziando a cercare dove e come vedere in streaming Chievo Napoli.

Non era una partita semplice dopo lo sforzo psico-fisico della Champions a Madrid ma Sarri è la squadra hanno mostrato una buona tenuta. Fase questa che spesso non è riuscitia a dovere, sia per l'imprecisione dei clivensi, che per il pressing alto degli azzurri, che spesso andavano a caccia del pallone subito dopo averlo perso. Il gol galvanizza il Chievo che, complice anche diversi errori dei due centrali difensivi di Sarri, si fa più volte pericoloso dalle parti di Reina. Al Bentegodi il parziale alla fine del primo tempo è di 0-2, con reti di Insigne e Marek Hamsik. Al 7' Insigne si guadagna un calcio di punizione da posizione interessante: si incarica della battuta lo stesso talento di Frattamaggiore che sfiora il palo alla sinistra di Sorrentino. Al 37' Hamsik festeggia il gol numero 10 in campionato, lo slovacco approfitta di una indecisione tra Sorrentino e un difensore per insaccare il gol del 2-0. Proprio l'attaccante del Chievo va vicino al gol ma Maksimovic si immola sul tiro e salva il risultato. Dopo il terzo gol, il Napoli stacca la spina e concede molto al Chievo, che trova il gol della bandiera con Meggiorini, entrato nel secondo tempo per dare una spinta alla sua squadra. Milik manca il gol di pochissimo al termine di una azione tutta di prima mentre una rete regolare viene annullata a Giaccherini per un fuorigioco inesistente. Il timore è che si possa trattare di qualcosa di abbastanza fastidioso, che rischierebbe di tenerlo fuori causa per un po' di settimane.

CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Spolli, Gobbi; Izco, Radovanovic, Hetemaj; Inglese, Castro, Birsa.

Dopo le fatiche di Champions Sarri operava un turnover ragionato, in campo dunque Maksimovic al fianco di Koulibaly in difesa e la coppia Allan-Jorginho a comporre il trio di centrocampo assieme a capitan Hamsik, per finire con Pavoletti che prendeva il posto di Mertens al centro dell'attacco azzurro.