I rischi di tatuaggi e piercing

I rischi di tatuaggi e piercing

Ci hanno pensato i pediatri dell'ospedale Bambino Gesù di Roma che nell'ultimo numero della rivista ha fatto il punto sulle regole di igiene per ridurre il rischio.

TATUAGGI E PIERCING, LE RACCOMANDAZIONI DEL BAMBIN GESU'Piercing e Tatuaggi, la moda spopola tra i giovani ma attenzione alle controindicazioni Piercing e tatuaggi, una moda tra i giovani di oggi che ormai sempre più spesso amano decorare il proprio corpo in svariati modi. Sul nuovo numero di "A scuola di salute" gli esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù provano a fornire alcune indicazioni su come evitare rischi clinici che possono incorrere se non vengono rispettate le norme igieniche elementari.

Piercing e tatuaggi, un tema controverso per adolescenti e genitori.

Infezioni, epatite A e B, Aids. La moda del piercing coinvolge circa il 30% dei giovani europei. E si possono trasmettere anche i virus dell'epatite B e C e, in misura minore, il virus dell'AIDS.

Discorso legato alla nuove tendenze estetiche e allo sdoganamento di modelli comportamentali un tempo riservati solo all'universo adulto a parte, la problematica connessa con la diffusione di piercing e tatuaggi tra i giovanissimi investe quel versante legato alla salute che si trova spesso messo a repentaglio da fori condotti in ambienti non del tutto sterili o da tipologie di inchiostro potenzialmente in grado di rilasciare sostanze tossiche all'interno dell'organismo.

Particolarmente temibile e? l'allergia all' "henne? nero" ottenuto aggiungendo un composto considerato pericoloso, la parafenilendiamina (Pdd).

Un rischio aggiuntivo è rappresentato dalle reazioni allergiche agli inchiostri utilizzati per il tatuaggio e ai metalli del piercing. "Piercing e tatuaggi sono particolarmente pericolosi, quindi controindicati, nei portatori di vizi valvolari cardiaci, negli affetti da immunodeficit o patologie croniche, a chi assume farmaci antiaggreganti come l'aspirina, immunosoppressori o anticoagulanti, nei ragazzi con cheloidi e nelle donne in gravidanza", spiegano gli esperti. Con tatuaggi e piercing si possono trasmettere infatti infezioni batteriche sulla pelle, che a volte possono entrare nel sangue e coinvolgere perfino il cuore.

Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto.