Gravissimo il bimbo di due mesi e mezzo rapito dal padre

Gravissimo il bimbo di due mesi e mezzo rapito dal padre

Il piccolo respira con un supporto respiratorio.

Come abbiamo anticipato, padre e figlio sono stati ritrovati nel centro commerciale Porte di Roma, grazie ad alcune segnalazioni di persone che nella mattina avevano notato il giovane ed il neonato nella struttura commerciale. La fuga era durata meno di 24 ore.

Era ricercato da ieri sera il 21enne che era scappato con il figlio, dopo aver litigato con la compagna. L'uomo è stato infatti denunciato dalla sua ex compagna, una lituana di 20 anni, che nella notte tra venerdì e sabato sarebbe stata colpita in strada sul volto. Della vicenda si occupano i carabinieri della compagnia di Monterotondo. Attivato, anche, il piano di ricerche provinciale con la Protezione civile, unità cinofile ed elicottero. Gli investigatori stanno passando in rassegna le abitazioni di parenti e amici, tra Mentana e Roma, visto che il giovane non ha una residenza fissa. Caucci ha riferito di aver comprato latte in polvere e fatto mangiare il piccolo. Quindi le verifiche all'ospedale Sant'Andrea dove i medici gli hanno riscontrato un versamento.

Inoltre stando a quanto si apprende, in un primo momento le condizioni del piccolo erano sembrate buone, ma gli accertamenti a cui è stato sottoposto al Policlinico Gemelli, hanno evidenziato un trauma alla testa. Secondo quanto si è appreso, avrebbe un ematoma subdurale destro e una frattura composta dell'osso occipitale destro.