Francavilla Angitola (Vibo Valentia): Mario Torchia ucciso da un amico in strada

Francavilla Angitola (Vibo Valentia): Mario Torchia ucciso da un amico in strada

E' stato fermato dai carabinieri il giovane ritenuto l'omicida di Mario Torchia, l'ufficiale giudiziario ucciso a coltellate a Francavilla Angitola, in provincia di Vibo Valentia. Anche il figlio di Torchia è stato ferito da Carchedi con alcune coltellate ed è stato ricoverato in ospedale a Catanzaro. Inconsapevole delle sue intenzioni, Mario Torchia, ha accolto come sempre il ragazzo che però improvvisamente gli si è avventato contro, colpendolo con tre fendenti.

In casa, al momento dell'aggressione, era presente pure la moglie del 59enne. È stata lei ad allertare le forze dell'ordine.

Pare, altresì, che fosse da tempo in contrasto con il figlio di Torchia per motivi che sono adesso al vaglio dei Carabinieri. Il presunto omicida è stato individuato poco dopo dai carabinieri nella sua abitazione. Trasportato in caserma, Foca Carchedi (in foto), non ha risposto alle domande degli investigatori. Successivamente è stato condotto nel carcere di Catanzaro.

Mario Torchia è stato soccorso dall'ambulanza del 118 ma le sue ferite si sono rivelate particolarmente gravi ed il 60 enne, impiegato nel Tribunale di Vibo Valentia, ha perso la vita quasi subito.

Sul luogo del delitto anche la scientifica per ricostruire la dinamica del fatto di sangue che ha sconvolto Francavilla Angitola.