Coppa Italia Inter-Lazio, probabili formazioni e tempo reale alle 20.45

Coppa Italia Inter-Lazio, probabili formazioni e tempo reale alle 20.45

Felipe Anderson e Biglia su rigore decidono la sfida di San Siro tra Inter e Lazio e rendono nulla la rete nel finale di Brozovic.

Gennaio è stato, per l'Inter, un mese splendido che però si è concluso male: la sconfitta rimediata in Tim Cup contro la Lazio ha deluso l'ambiente. I biancocelesti sprecano tutto quello che c'è da sprecare ma resistono agli assalti forsennati dell'Inter che domina nel secondo tempo anche se in inferiorità numerica per la doppia ammonizione di Miranda. Nonostante la lampante inadeguatezza atletica e tattica di Banega, la manovra d'attacco si sviluppava a buon ritmo e funzionava il recupero palla alto. I biancocelesti non riescono a impostare un manovra offensiva e al 16′ Kondogbia con un bel tiro da fuori scheggia il palo destro. (Carrizo, Andreolli, Gagliardini, Joao Mario, Icardi, Biabiany, Santon, Eder, Nagatomo, Gabriel Barbosa, Pinamonti). E Biglia dagli 11 metri trasforma e fa 0-2.

Pioli inseriva Medel e passava a tre in difesa. Poi, quando a un quarto d'ora dalla fine Radu prendeva il secondo giallo, in 10 contro 10 la partita diventava bellissima e drammatica. Battuto 1-2 l'Inter a San Siro. Partita che emetterà un verdetto importante, visto che pure i quarti si giocano in gara secca: la Coppa Italia può essere un obiettivo importante per entrambe le squadre per conquistare un trofeo. Nel finale di gara, tuttavia, sigla la rete che rischia di riaprire il match. Nella ripresa l'episodio chiave: l'arbitro Guida assegna un calcio di rigore alla Lazio per trattenuta di Miranda su Immobile. Non sembra, però, che la sveglia abbia funzionato, almeno fino al gran finale. Anche con Icardi e Joao Mario, chiamati da Pioli a raddrizzare la partita, l'Inter non ce l'ha fatta. In campionato i nerazzurri hanno fatto passi da gigante recuperando in poco tempo il gap dalle migliori portandosi a -3 dal terzo posto del Napoli.

Lazio (4-3-3): Marchetti; Patric, de Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia, Murgia (78' Wallace); Felipe Anderson (75' Milinkovic-Savic), Immobile, Lulic (75' Lukaku). Altri otto minuti ed ecco il gol che riapre l'incontro: Candreva fa partire il traversone, Perisic esegue la sponda e Brozovic supera Marchetti con un pallonetto di testa.