Tivoli, scambio di lettighe al pronto soccorso. Muoiono due pazienti

Tivoli, scambio di lettighe al pronto soccorso. Muoiono due pazienti

Due anziani all'ospedale hanno trovato la morte dopo che, a causa dello scambio di barelle, sono finiti nei reparti sbagliati.

Domenica pomeriggio al cardiopalma al pronto soccorso dell'ospedale Santa Scolastica. Adesso l'Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro delle salme e che venga condotta una autopsia sui corpi. Sono in tanti infatti a non avere più tanta fiducia nella Sanità pubblica italiana, dove negli ultimi mesi si sono registrati anche casi di degenti che a causa di una caduta da una barella sono deceduti.

I primi a lanciare l'allarme sono stati i parenti dell'anziano finito in Chirurgia.

Ad accorgersi dell'errore sono stati i parenti dell'uomo (un ultra ottantenne) che doveva andare in chirurgia, questi parlando con il medico hanno chiesto delucidazioni ricordando che l'amato parente non doveva andare in rianimazione, da qui è scattata una verifica che ha portato al riesame dei trasferimenti e all'errore. I familiari, così, si sono affrettati a raggiungere la Chirurgia ma hanno trovato il loro caro già senza vita. Il quadro clinico di entrambi era decisamente complicato. I due decessi sono avvenuti nonostante le cure prestate dagli anestesisti-rianimatori presenti in entrambi i reparti. Già dopo il primo decesso, comunque, la Direzione Generale dell'Asl Roma 5 aveva avviato una commissione d'inchiesta, il lunedì mattina, composta dal Direttore Sanitario di Presidio e dal Risk Manager dell'azienda sanitaria. La struttura è il punto di riferimento per tutti i casi più gravi degli altri quattro poli ospedalieri della Roma 5, una delle Asl più vaste della regione con circa 70 comuni di competenza.

Ha dell'incredibile l'episodio di malasanità capitato nei giorni scorsi all'ospedale 'San Giovanni Evangelista' di Tivoli, in provincia di Roma. Al momento dell'incidente c'erano un'altra decina di pazienti in codice rosso.