'Ndrangheta, colpito clan dei Piromalli di Gioia Tauro: 33 fermi

'Ndrangheta, colpito clan dei Piromalli di Gioia Tauro: 33 fermi

Agenpress - Blitz dei carabinieri del Ros contro la cosca Piromalli, decine i fermi. L'operazione, ribattezzata "provvidenza" ha visto il fermo di 33 persone, secondo le disposizioni della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati beni per un valore complessivo di 40 milioni di euro.

L'indagine metterebbe in luce una "peculiare struttura organizzativa" del clan, imperniata dunque, su una base operativa nella Piana e con un'emanazione economico-imprenditoriale nel capoluogo Lombardo.

Il clan era addirittura infiltrato nel mercato ortofrutticolo di Milano e nella rete di distribuzione di prodotti oleari negli Stati Uniti, che avrebbe fatto capo ad un imprenditore italoamericano ritenuto organico alla cosca. Le risorse, di provenienza illecite, venivano poi reinvestite in capi di abbigliamento d'alta moda francese, o in attività legate all'edilizia e alla gestione di strutture alberghiere.

È emersa, infine, la partecipazione della cosca Piromalli nel progetto di realizzazione di un centro commerciale a Gioia Tauro, all'altezza dello svincolo autostradale della Salerno-Reggio Calabria.