Napoli-Palermo, le probabili scelte di formazione di Sarri

Napoli-Palermo, le probabili scelte di formazione di Sarri

"E' una gara difficile, c'è il rischio della superficialità".

"Queste sono partite che ogni tanto accadono". "Non sono preoccupato - spiega nel dopogara - perché la prestazione c'è stata". Ma come dice Sarri, "a volte partite così capitano...". Dobbiamo abituarci alla presenza di Pavoletti, qualcosa dobbiamo cambiare - ha detto -. Il rammarico rimane per il risultato, ma non per il gioco espresso che è lo stesso di sempre.

Posavec ha fatto benissimo, degli interventi straordinari.

Lascia qui il tuo commento! Ripartire subito e ritrovare gli stimoli giusti in un campionato che va a mille e nessuna squadra ha intenzione di fermarsi per raggiungere almeno l'obiettivo Champions, perché - per ora - la Juve sembra per tutte irraggiungibile. Non si può pretendere da lui, non giocava da tre mesi.

Il Napoli fallisce l'occasione aggancio alla Roma. Anche lui viene da un infortunio e non si può pretendere che sia in grandissime condizioni. Abbiamo preso gol dopo 6' e poi ci è mancato di riuscire a far gol e nella finalizzazione, questo è indubbio.

La squadra è rimasta abbastanza lucida ed ha creato tantissimo. Ma non basta. Il Palermo ferma il Napoli dunque, in questa fredda notte partenopea, frenando la corsa azzurra al secondo posto. "Il resto è un guazzabuglio che dovrà risolvere la Lega".

Pavoletti è la punta che mancava? Bisogna valutare solo se il gol si possa imputare ad un po' di leggerezza nei primi minuti, non propendo tanto per quest'ipotesi perchè di solito chi entra in campo in maniera leggera poi si fa prendere dal nervosismo. Addirittura leggere che non serve vincere a Milano se poi si pareggia in casa con il Palermo, oppure che era meglio vincere oggi e perdere a Bologna, come se le vittorie e le sconfitte fossero frutta o verdura da scegliere al supermercato.