Milano, aggressione omofoba fuori da una discoteca

Poi hanno cominciato ad insultarli con frasi omofobe. Infine, li hanno aggrediti con calci, pugni e bottigliate. Le vittime sono due ragazzi omosessuali di 19 e 21 anni. Michele, raggiunto telefonicamente da Tgcom24, ha dichiarato: "Non è stata un rapina, quelli lì cercavano qualcuno da picchiare e hanno preso la scusa che il terzo di noi avesse sfiorato uno di loro per aggredirci [.] E' stato un attacco omofobico, siamo stati insultati e ci hanno urlato fr...". Gli aggressori sono otto giovani, forse nemmeno ventenni, con ogni probabilità italiani. Gli aggressori, di numero nettamente superiore, almeno sette, sono intervenuti nel momento in cui i due stavano salendo su un'auto a noleggio. "Tutto questo indica che molta strada deve essere ancora fatta per tutelare a 360 gradi tutti/e i cittadini/e della nostra comunità, e che un ulteriore sforzo deve essere fatto da tutte le istituzioni che hanno a cuore ciò".

I due ragazzi picchiati, un magazziniere e uno studente di Economia, hanno riportato rispettivamente la rottura del naso e una frattura scomposta alla testa.

Due ragazzi gay sono stati picchiati selvaggiamente a Milano. Quest'ultimo, 19enne, ha anche dovuto subire un intervento chirurgico.

I tre hanno presentato un'integrazione di denuncia ai carabinieri, per chiarire meglio i contorni di quanto avvenuto poco dopo le quattro della notte tra sabato e domenica. "A Milano, come altrove, serve un maggior livello di sicurezza, soprattutto nei luoghi frequentati la sera e la notte".