Maltempo nel palermitano, un morto

Maltempo nel palermitano, un morto

In Calabria si registrano forti piogge, tanto che alcune famiglie residenti nelle frazioni di Melito Porto Salvo, nel Reggino, sono state evacuate a scopo precauzionale: il fiume Tuccio ha rotto un argine, mentre il fiume Budello, a Gioia Tauro, viene costantemente monitorato.

Giovanni Mazzara, 67enne originario di Campofranco di Sicilia, in provincia di Caltanissetta, è morto annegato dopo essere stato travolto dal fiume Platani, che in quel punto - a Castronovo di Sicilia, in provincia di Palermo - prende il nome di Morello, esondato per le piogge incessanti delle ultime ore. La vittima è stata identificata dopo alcune ore dall'incidente avvenuto ieri al chilometro 15 della statale 189 Palermo Agrigento. L' uomo, come le altre tre persone che si trovavano nell'auto, è riuscito ad abbandonare il veicolo, ma è stato travolto da fango e detriti. L'uomo sarebbe stato travolto appena uscito dall'auto insieme alle altre tre persone che però si sono salvate. Nella zona sono intervenuti i vigili del fuoco, gli agenti della polizia stradale, i carabinieri e i sanitari del 118.

Forti piogge hanno provocato la notte scorsa la chiusura di numerose strade nel Siracusano.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso per oggi un ulteriore avviso di condizioni meteo avverse che prevede fenomeni temporaleschi su Calabria, Basilicata e Puglia. In Sicilia moltissime scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sono oggi chiuse a scopo precauzione, per decisioni dei sindaci dei Comuni interessati. Il traffico ferroviario è stato interrotto. Nella giornata di domenica Sciacca è stata colpita da un violento nubifragio con accumuli intorno ai 150 mm che hanno causato frane allagamenti e un fulmine caduto in pieno centro (vedi video di Weather Sicily). C'è il timore che possano verificarsi altre tragedie, come quella di Vincenzo Bono, l'uomo disperso nel nubifragio di due mesi fa e non ancora ritrovato.

Edifici scolastici chiusi nel messinese: a Barcellona Pozzo di Gotto, Gioiosa Marea, Brolo, Ficarra, Sant'Agelo di Brolo, Patti, Piraino, Sinagra e Montagnareale. Nell'ordinanza si dispone anche il divieto di circolazione dei mezzi a due ruote, che non potranno dunque transitare fino alle 24 di oggi. E chiuso è anche l'approdo di Tremestieri.

Per l'ingrossamento del fiume Mazaro c'è particolare apprensione tra la marineria e tra quanti risiedono nella zona attraversata dal porto canale.

Si tratta del blackout più lungo nella storia d'Italia. Il pericolo di violenti temporali accompagnati da forte vento ha fatto scattare l'allerta meteo 'rosso' per oggi, diramato dalla Protezione civile regionale.