La Juve formato HD Lazio senza scampo

Al 72' lancio lungo dalle retrovie di Bonucci per Mandzukic che in area fa da sponda di testa per Higuain ma Marchetti esce bene e sventa il pericolo. Questo è quanto detto da Simone Inzaghi nella conferenza che si è tenuta alla vigilia di Juve-Lazio per dare una spinta ancora maggiore ai suoi ragazzi arrivati a Torino per dire la propria. Che hanno vendicato così la sconfitta prenatalizia contro l'Inter, che la Lazio dovrà affrontare di nuovo nei quarti di finale di Coppa Italia, dopo che i capitolini hanno superato l'ostacolo degli ottavi grazie ad un pirotecnico quattro a due inflitto al Genoa. Sale l'entusiasmo, la Lazio fatica terribilmente a costruire in attacco e, dopo una timida reazione provata appena dopo aver subito il gol, è la Juve a controllare il gioco. La Juve ringrazia, e incassa i tre punti. Saranno le prossime trasferte la controprova, ma intanto il tecnico livornese incassa la "grande risposta" con il 4-2-3-1 che la Juve modella non in modo spumeggiante, ma con un totale controllo del campo, pur non essendoci un giocatore chiave come Marchisio.

La squadra di Inzaghi non ha neanche il tempo di assorbire il cazzotto subito che va sotto di un altro gol.

I nuovi dettami tattici, per quanto da registrare, hanno convinto tutti: lo dimostra il netto vantaggio territoriale del primo tempo che porta con sé il doppio vantaggio firmato dalla coppia in HD, ossia prima Dybala e poi Higuain. La Lazio è imprevedibile, ma solo con squadre meno blasonate.

Juventus (4-2-3-1): Buffon 6; Lichsteiner 6 (74′ Barzagli sv), Bonucci 6, Chiellini 6.5, Asamoah 5; Khedira 5.5, Pjanić 6; Cuadrado 6, Dybala 6.5 (82′ Rincón sv), Mandžukić 7; Higuaín 7 (87′ Pjaca sv).

A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Rugani, Hernanes.

LAZIO (4-3-3): Marchetti 5,5; Patric 6,5, De Vrij 5,5, Wallace 4, Radu 4 (dal 15′ s.t. Lukaku 5,5); Parolo 5,5, Biglia 5,5 (dal 15′ s.t. Djordjevic s.v.), Milinkovic-Savic 6,5; Lombardi 5 (dal 21′ s.t. Murgia s.v.), Immobile 5, Felipe Anderson 5. (1 Strakosha, 55 Vargic, 2 Hoedt, 15 Bastos, 18 Luis Alberto, 23 Leitner, 28 Vinicius).