Viareggio, accolto il ricorso Del Ghingaro torna sindaco

"Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto in questa battaglia e che mi sostengono nell'azione politica." - chiosa l'ex candidato sindaco. A seguito di quella sentenza, il Comune era stato commissariato, la fascia tricolore era spettata al commissario prefettizio Fabrizio Stelo. Rossi ha ricordato che la Regione si era mossa contro la sentenza del Tar perché "a nostro avviso il risultato elettorale non veniva inficiato per colpa dei problemi e perdite di schede elettorali", e perché "al secondo turno i cittadini avevano eletto in maniera inequivocabile Del Ghingaro loro sindaco".

Deluso e meravigliato il ricorrente, Massimiliano Baldini, che tramite la sua pagina Fb ha commentato la sentenza con fermezza: "Con estrema sorpresa, davvero inaspettata, il Consiglio di Stato ha riformato integralmente la sentenza del Tar Toscana che, sulla base di elementi inconfutabili (la mancanza di 675 schede vidimate e non utilizzate) aveva annullato le elezioni di Viareggio il 12 luglio scorso". Il sindaco ha colto positivamente questa disponibilità evidenziando il ruolo che il Gruppo Pd ha svolto anche in passato su importanti argomenti con proposte concrete e puntuali nella volontà di avviare una nuova fase di confronto politico e programmatico. "Mi auguro che si arrivi presto all'aggiudicazione - ha detto il consigliere Nicola Ciolini - non conta chi vince ma conta che si arrivi al traguardo dell'iter". II n. 1159/2016, che aveva annullato i risultati dell'elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale di Viareggio del 2015. Si tornerà alle urne in tutti i seggi comunali.

Secondo il Consiglio di Stato, nel caso in esame non è stata ravvisata tale inattendibilità perché l'utilizzo in altre sezioni delle schede "scomparse" dalla sezione 2 è ragionevolmente smentito dalla circostanza che in nessuna delle 11 sezioni oggetto di verificazione è comparsa alcuna scheda autenticata o bollata che riportasse timbro o firma di uno scrutatore della sezione 2 e non risulta che in alcun verbale delle 62 sezioni elettorali siano state indicate anomalie. Si tratta di capire cosa pensa a questo proposito il presidente della Regione che a poche ore dal pronunciamento del Tar aveva chiesto ai due concorrenti di "non aggravare con ulteriori ricorsi una procedura già abbondantemente appesantita".