Spalletti punge, la Lazio non è il Real

Spalletti punge, la Lazio non è il Real

Cambio modulo. "Qualsiasi modulo, vuole che si giochi a calcio". L'importante è giocare a calcio e la Roma ha dimostrato di sapersi adattare.

Avanzamento di Bruno Peres. Sono soluzioni entrambe possibili, cui aggiungo anche Iturbe e Totti. - ha dichiarato Spalletti- Abbiamo una rosa che permette di trovare altre soluzioni. La formazione? Oggi la vedo dura.

Che percentuale riveste l'assenza del pubblico romanista? È uno stile di vita, un modo di salutare e di incontrarsi. L'esito sarà insidioso per le rivali che ci sono attorno in classifica.Avere molte rivali ambiziose rende, però, tutto molto più affascinante. "Il fatto di avere questa seconda pelle, a prescindere dalla distanza, fa lo stesso rumore".

All'esterno si parla sempre di un derby cattivo. "Quindi per noi è un'arma a doppio taglio, poi la sfera di cristallo non ce l'ha nessuno e non sapremo come sarebbe stato il derby con l'egiziano". Il derby per me è speciale ma si vince come le partite normali. È un derby che muove due classifiche: quella del campionato è quella della rivalità tra due squadre. Da un mio punto di vista, che riguarda più il calcio in generale, ho sentito frasi e discorsi che cercano di motivarti, ho cercato di capire se questi discorsi siano la strada giusta, visto che l'obiettivo è togliere le barriere. "Se penso alle cose che mi fanno piacere e mi motivano, penso al video di Allan della Chapecoense, girato prima di andare a giocare la finale dei loro sogni". E' quella l'immagine che mi rimane più impressa, le altre mi scorrono velocemente.

" Se si mantengono le emozioni è un vantaggio avere giocatori romani". Dipende dalla personalità, il saper valutare quello che sta in mezzo come qualcosa da superare ma non ad ogni costo: sempre attraverso il ragionamento ed una razionalità mentale. Abbiamo due grandissime passioni, ora tutte le attenzioni vanno al derby.

Questa squadra ha più convinzione di quella che si smarrì negli ultimi minuti? Ora tutte le attenzioni vanno su questa partita, perché ci interessa e vale tanto. Io non ho letto quello che ha detto. Un derby che non comincia nel migliore dei modi per i colori giallorossi, la buona notizia per Spalletti arriva da Manolas, il difensore è recuperato è sarà al centro della difesa.Rientro a breve in gruppo anche per Mario Rui, fermo dallo scorso agosto per un infortunio al ginocchio, potrebbe fare il suo debutto con la maglia della Roma nelle prossime partite. E poi, le da fastidio che la Lazio è favorita? Io amo la mia squadra e nell'amore a volte si sbaglia. Se respirando per tutto l'anno il coinvolgimento sentimentale che ti dà questa partita, rischi di andare in over. Vogliamo determinare una storia importante e bisogna fare cose importanti e c'è bisogno di fare risultati sotto ogni comportamento individuale.

Vermaelen. "Thomas è un centrale e che siccome sa giocare palla ed ha frequenza di passo può giocare da tutte le parti". Sta molto bene, nel senso che ha fatto degli allenamenti dove ha messo in discussione il problema che aveva in maniera seria e le risposte sono state positive. Se venisse scelto saprebbe sicuramente fare la sua parte.

Il tecnico conosce bene l'importanza della strategia comunicativa e allo stesso modo è conscio dei limiti di nervi che la parte più romana dello spogliatoio ha spesso evidenziato durante la stracittadina. "È importante fare tutto, la scelta dei momenti è fondamentale. Basta riuscire ad essere noi stessi, fare le scelte giuste al momento giusto".