Siria: morto ad Aleppo attivista-clown degli orfani

Siria: morto ad Aleppo attivista-clown degli orfani

Come riporta la Associated Press, Anas è morto martedì in un bombardamento, molto probabilmente dei governativi, nel quartiere di Mashhad, nella parte orientale della città, dove le truppe di Assad negli ultimi giorni hanno guadagnato molto terreno tra le macerie. L'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria aveva in precedenza riferito di 21 uccisi, tra cui donne e bambini, nel bombardamento di Habbet Qubba, affermando che il bilancio era destinato a salire.

Aleppo rischia di trasformarsi in un gigantesco cimitero.

'Da sabato 25 mila fuggiti da Aleppo est' - Circa 25.000 persone sono fuggite da Aleppo est da sabato scorso: lo ha detto il sottosegretario delle Nazioni Unite per gli affari umanitari Stephen O'Brian, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu sulla Siria. Ma così non sarà per una delle vittime di ieri ad Aleppo, Anas Basha, un operatore sociale di 24 anni che per mesi ha cercato di far ridere i bambini orfani e traumatizzati, travestendosi per loro da clown. Mandava loro il suo stipendio, mentre lui, che non aveva smesso di credere nel futuro, nonostante i bombardamenti non dessero tregua, si era sposato. In particolare, Space for Hope collabora con 12 scuole nella città e fornisce supporto psicologico per oltre 300 bambini che hanno perso un genitore o entrambi.

Anas aveva deciso di rimanere ad Aleppo fino all'ultimo malgrado i suoi genitori avessero deciso di lasciare la città da molto tempo.

Anas al-Basha era un membro dell'associazione "Space for Hope" ("Spazio per la speranza"), promotrice ad Aleppo di numerose iniziative per adulti e bambini.