Serie A Fiorentina, Sousa: "Inter? Pioli ha portato aria nuova"

Serie A Fiorentina, Sousa:

Gli striscioni, poi rimossi in mattinata, hanno fatto capolino su una delle cancellate dello stadio di Firenze: il tecnico viola è stato invitato alle dimissioni e contro di lui i tifosi hanno rivolto accuse pesantissime. È' vero, non ho mai vissuto una situazione del genere, il direttore ha detto quel che doveva dire e ovviamente fa sempre piacere a un allenatore avere la fiducia della società. "Non servono divisioni ora ma compattezza, unità e fiducia e sono qui insieme all'allenatore per ribadire questi concetti".

L'argomento legato a un'eventuale separazione viene toccato dalle prime domande della conferenza stampa, l'allenatore però le dribbla tutte, ripetendo il concetto quasi come un mantra.

Clima pesante a Firenze attorno alla squadra e a Paulo Sousa. I dubbi relativi il futuro del tecnico alla guida della Fiorentina non sono solo una questione meramente giornalistica, ma stanno sicuramente avendo delle ripercussioni tangibili sul campionato della Viola. Se la Fiorentina non riuscisse a portare a casa i tre punti nella gara contro il Palermo (anche De Zerbi a rischio), allora l'esonero del tecnico potrebbe diventare realtà. "E per questo - spiega l'allenatore della Fiorentina - li ho messi in campo". Spero di no, giochiamo contro una squadra vista benissimo contro il Milan e noi dovremo essere al massimo. Continueremo a batterci per vincere le partite. "Noi dobbiamo difendere con la palla ai piedi, visto che anche noi vogliamo dominare la partita". Sarà compito di Sousa, a prescindere dal futuro, garantire delle certezze a squadra e società: una stagione che non si concluda con la qualificazione europea sarebbe assolutamente deludente. In ogni difficoltà riusciamo a giocare e creare per vincere le partite.

"Tutti vogliamo il bene della Fiorentina, non voglio più tornare sul passato".

"Non voglio più entrare in questo argomento".