Roberta Ragusa: chiesti 20 anni per il marito Antonio Logli

Roberta Ragusa: chiesti 20 anni per il marito Antonio Logli

Temeva Antonio Loglio, Roberta Ragusa, e lo aveva lasciato scritto in un diario finora inedito alcune settimane prima della sua scomparsa, avvenuta la notte tra il 12 e il 13 febbraio di 4 anni fa: tra le righe la donna di San Giuliano Terme - in provincia di Pisa - annotava sospetti, frustrazioni e presunti tradimenti del marito con l'ex baby sitter, Sara Calzolaio. Il pm ha chiesto il massimo della pena prevista per questir eati per l'imputato, che però è giudicato con rito abbreviato e, dunque, usufruirà dello sconto di un terzo, arrivando così ad una riduzione da 30 a 20 anni di reclusione. L'udienza è stata aggiornata al prossimo 21 dicembre, quando dopo le repliche il gup si ritirerà in camera di consiglio per poi pronunciare la sentenza.

È la pena che ha chiesto il procuratore capo di Pisa Alessandro Crini al termine della requisitoria, per Antonio Logli nel processo celebrato che lo vede imputato di omicidio e distruzione di cadavere della moglie Roberta Ragusa. Il diario finora inedito di Roberta Ragusa è stato pubblicato per la prima volta dal settimanale Giallo. "Ha sempre mantenuto un atteggiamento impassibile - ha aggiunto Marika Napolitano - e uno sguardo quasi di ghiaccio". Per chi non lo sapesse, la donna intervistata oggi a La vita in diretta è quella di cui gli inquirenti parlano a Sara, l'amante di Logli, nel giorno in cui lei viene intercettata al telefono con Antonio, in lacrime.

L'uomo era presente in aula. Il marito, insieme al suocero di Roberta individuano come possibile ipotesi della scomparsa l'allontanamento volontario. Tra i punti della lista ci sarebbe "Tragedia della caduta della scala", quello che sembrava essere un incidente, ma che potrebbe essere stato il primo tentativo di omicidio da parte di Logli.

E intantoGozi, ha "sganciato una bomba" su Facebook.