Presentato il calendario 2017 della polizia di stato

È stato così che una città, Catania, ha conquistato - primo caso nella storia del Calendario della Polizia di Stato - ben due mesi: luglio e agosto: due fotografie che, come ricordato anche dal Capo della Polizia Franco Gabrielli lo scorso 25 novembre presentando il Calendario a Roma, raccontano storie di ogni giorno, luoghi di tutti e persone tra le quali ognuno di noi può facilmente identificarsi.

Gli scatti La tecnica 'bianco e nero' ha immortalato i diversi reparti della polizia evidenziando le emozioni e le passioni di chi tutti i giorni offre il proprio impegno al servizio del cittadino.

Dodici foto, rigidamente in bianco e nero, senza l'utilizzo di tecniche digitali, del noto maestro di fotografia Gianni Berengo Gardin, sono state raccolte nel Calendario 2017 della Polizia di Stato.

In particolare sarà sostenuto il progetto "Libano - South and Innovation" finalizzato a promuovere nel paese l'integrazione economica e sociale di giovani a rischio. Quest'anno dietro i consueti 12 scatti c'è una firma d'eccezione, quella del fotografo Gianni Berengo Gardin. Nello specifico, il progetto "Youth & Innovation" coinvolge giovani libanesi vulnerabili, rifugiati siriani e palestinesi, di età compresa tra i 12 e i 24 anni e si basa sul principio della formazione tra pari come metodologia più efficace per il trasferimento delle conoscenze, delle competenze e per l'individuazione di soluzioni a problematiche locali.

Grazie alla consolidata partnership con Unicef, dal 2001 ad oggi sono stati complessivamente raccolti più di 2 milioni di euro e completati diversi progetti, di cui alcuni a sostegno dell'infanzia e contro lo sfruttamento dei minori in Cambogia, Benin, Congo, Guinea, Repubblica Centro Africana. L'esito di tali incontri è sintetizzato nelle fotografie che formano questo calendario, tutte ispirate al comandamento della 'Vera Fotografia'.

I cittadini potranno prenotare il calendario da parete (8 euro) o da tavolo (6 euro), facendo un versament. Per acquistare il calendario si paga sul conto corrente dell'Unicef Italia (le istruzioni si trovano qui). La ricevuta del versamento dovrà poi essere presentata all'Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura, per concludere la prenotazione e ricevere informazioni dettagliate sulla consegna.