È morto Claudio De Albertis presidente della Triennale

È morto Claudio De Albertis presidente della Triennale

Si è spento dopo una lunga malattia Claudio De Albertis, presidente de La Triennale di Milano, ingegnere, imprenditore ma anche grande appassionato pittura, scultura, di disegno industriale.

All'attività professionale andò affiancando impegni di carattere culturale, dalle manifestazioni promosse all'In-Arch all'attività didattica svolta per alcuni anni alla Facoltà di Architettura con il corso di "Economia e gestione delle imprese". Aveva 67 anni. Era nato a Genova nel 1950, laureato in ingegneria civile, alla guida dell'azienda di famiglia, la Borio Mangiarotti, fondata nel 1920.

"Claudio de Albertis è stato uno dei protagonisti della vita imprenditoriale e associativa milanese e nazionale. La Triennale, sotto la sua guida, ha consolidato il rilievo internazionale che le spetta". "Un uomo con un grande coraggio e una forza inesausta che non ha mai smesso di impegnarsi per il futuro". "Addio Claudio, riposa in pace". Oltre ai numerosi incarichi pubblici e privati, mi ha sempre stupito che trovasse il tempo per coltivare passioni, per arte, cultura, ma anche urbanistica e marketing urbano, e riuscisse inoltre ad avere un bellissimo rapporto con i figli e la compagna. "La Triennale di Milano e il MAXXI si alleano con il medesimo fine, sostenere e divulgare le arti contemporanee in Italia".

Dalla precisa convinzione - dichiara Giovanna Melandri, presidente della Fondazione MaXXI - "che i consumi culturali vadano sempre facilitati e sostenuti", nasce pertanto la possibilità di accedere ai due musei con un unico biglietto da 15 euro, valido dal 7 dicembre 2016 al 31 dicembre 2017 e utilizzabile per un solo ingresso a ciascuna delle sedi espositive.

Sarà proprio la Triennale a ospitare la camera ardente a partire da questa mattina, quando saranno anche comunicati la data e il luogo del funerale.