Milan, Berlusconi conferma: "Il closing si farà. Io presidente? Ci sto pensando…"

Milan, Berlusconi conferma:

Anche se non è più la squadra super di qualche anno fa, ultimamente sta facendo bene e siamo secondi.

"Noi secondi alle spalle della Juve e a pari merito con la Roma: magari dalla prossima giornata potrebbe arrivare qualche sorpresa spiacevole per loro e buona per noi".

Il posticipo del closing rivoluzionerebbe i piani del mercato invernale e il futuro di Bacca (in dubbio per il Crotone): "Sarebbe bello riaverlo, ma ci sono ostacoli", dice il mister del Siviglia, Sampaoli, dopo la visita del colombiano, "ha detto che per lui non è un bel momento". Si tratta di trovare il giusto affiatamento, è questione di tempo. Poi vorrebbe conservare per sé un ruolo importante, da vero presidente, che possa decidere dunque in maniera autonoma, come d'altronde aveva già chiesto nei giorni scorsi a più riprese.

Nonostante sulla carta il Milan sia inferiore alla Juventus, prima di lasciare la società, Berlusconi spera di ottenere il 29° trofeo della sua presidenza. Mi piacerebbe farci un salto, conosco bene il luogo per esserci stato da Presidente del Consiglio. "Per una Coppa in più in bacheca c'è sempre posto".

Yonghong Li, inoltre, è pronto a svelare il nome di tutti gli investitori facente parte la Sino-Europe Sports con Tlc Corporation e China Construction Bank possibili partner tra gli altri (anche se non c'è ancora una conferma), elemento questo utile per far tornare a dormire sonni tranquilli tanto ai tifosi rossoneri che chiedono chiarezza quanto al gruppo Fininvest con Berlusconi a capo che coltiva ancora il desiderio di tenersi il Milan.

Infine, riapre alla possibilità di rimanere nel club anche quando sarà perfezionato il closing.