Jennifer Sterlecchini morta accoltellata dopo lite con Davide Troilo

Jennifer Sterlecchini morta accoltellata dopo lite con Davide Troilo

"Beatrice Lorenzin. Ho appena saputo che c'è stato un caso di femminicidio a Pescara e vorrei cogliere questa occasione per invitare tutte le persone che si ritrovano coinvolte in questi casi, dai cittadini ai familiari ai vicini di casa, a collaborare e denunciare". Ricoverato in ospedale le sue condizioni non destano preoccupazioni. Il giovane è in stato di fermo in ospedale, piantonato dai carabinieri, e nel pomeriggio è stato ascoltato dal pm Silvia Santoro. Una donna è morta dopo essere stata accoltellata dal convivente.

La ragazza era accompagnata dalla mamma con un furgoncino prestato da un'amica e attendeva all'esterno.

Ricostruendo la storia familiare dei due emerge che Davide ha un figlio, avuto con un'altra donna. Oggi era tornata a prendere le sue cose, quando i due hanno cominciato a discutere, a quel punto lui ha chiuso la porta impedendo di entrare alla madre di lei, accorsa dopo aver sentito le urla.

La ragazza è stata raggiunta da diversi fendenti, i Carabinieri l'hanno trovata senza vita sul pavimento dell'ingresso. Dalle prime informazioni sembra che avesse tentato il suicidio con lo stesso coltello. A dare l'allarme è stato un vicino di casa allarmato dalle urla della madre.

La vittima si chiamava Jennifer Sterlecchini mentre l'autore dell'omicidio Davide Troilo. Le indagini sono affidate ai carabinieri del Nucleo investigativo di Pescara, diretti dal maggiore Massimiliano Di Pietro. Il ragazzo le avrebbe chiesto di restituirle il tablet, e a questo punto sarebbe iniziata la lite. "La violenza contro le donne è il virus del non-uomo - aveva postato la ragazza -". Questi sono incapaci di rapportarsi con una donna, la violenza è figlia degli incapaci, gli incapaci di accettare una relazione e soprattutto le problematiche della coppia.