Google: 10'000 borse di studio per i developer Android

Google: 10'000 borse di studio per i developer Android

Buone notizie per chi vuole programmare in ambito Android.

I fondi saranno impiegati nella formazione, grazie ad un accordo siglato con Bertelsmann (azienda di media con sede in Germania) e il provider di e-learning Udacity.

Google cerca di creare gli sviluppatori dell'Android di domani ed ha bandito un concorso rivolto a tutti i cittadini europei per l'assegnazione di ben 10mila borse di studio per la formazione dei nuovi elementi dello staff. Il compito del colosso di Mountain View è quello di dare degli indirizzi di settore verso un lavoro, quello dello sviluppatore, che spesso e volentieri viene svolto in maniera autodidattica.

Colmare la carenza di competenze digitali in Europa.

Gli aspiranti sviluppatori, ovvero tutti coloro i quali non si rendono per niente in grado di affrontare le sfide poste dalla programmazione mobile, potranno richiedere una delle 9.000 borse di studio messe a disposizione dal fondo Android Basics di Udacity, mentre le restati 1.000 da rilasciarsi ad opera del piano Associate Android Developer Fast Track, verranno riservate a tutti coloro i quali abbiano maturato almeno un anno effettivo di esperienza sul campo.

Una volta completato il proprio percorso di formazione, gli assegnatari delle borse di studio potranno proporsi alle imprese che ricercano continuamente professionisti del coding, nel contempo verranno stimolati ad intraprendere la strada dell'iniziativa personale divenendo a loro volta dei protagonisti dell'innovazione.

Le domande sono aperte e ci si può candidare fino al 18 dicembre.

Android è la piattaforma più utilizzata nel Vecchio Continente così come a livello globale, imparare a sviluppare per il Robottino Verde o specializzarsi in questo particolare aspetto della programmazione potrebbe rappresentare una vera e propria ricetta contro la disoccupazione, soprattutto in un mondo dove l'Intelligenza Artificiale e la robotica stanno modificando profondamente il mondo del lavoro.