Fca, immatricolazioni in frenata negli Stati Uniti: -14% annuale in novembre

Fca, immatricolazioni in frenata negli Stati Uniti: -14% annuale in novembre

La Motorizzazione ha immatricolato 145.835 autovetture, con un aumento dell'8,19% rispetto a novembre 2015, quando ne erano state immatricolate 134.790. Lo scorso mese il gruppo guidato da Sergio Marchionne ha venduto in Italia oltre 41mila vetture, in aumento del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2015. Nel cumulato degli 11 mesi la crescita in volume è del 13,3% e la quota scende di 1,6 punti, al 61,6% del totale mercato.

Per Federauto la crescita c'è, ma è inferiore di circa il 50% rispetto alla media dei mesi precedenti. Nei primi undici mesi dell'anno, Fiat Chrysler Automobiles ha registrato 491.200 vetture, il 18,7 per cento in più nel confronto con lo stesso periodo dell'anno scorso: anche in questo caso la crescita è migliore rispetto a quella ottenuta dal mercato che, con 1 milione 700 mila registrazioni, è cresciuto del 16,5 per cento. La quota degli undici mesi passa dal 28,36% del 2015 al 28,9%. Ancora una volta la classifica delle vetture più vendute nel nostro Paese è dominata da FCA, con ben 6 modelli nella top ten: Panda, Ypsilon, Tipo, 500X, Punto e Renegade. Le vendite retail sono state di 126.780 unità a novembre, in calo del 2% rispetto allo stesso mese del 2015 e pari al 79% del totale. Come anticipato, grandi protagoniste dei risultati di novembre sono le società, che segnano un incremento del 28% ed una quota che raggiunge il 21,5% (+3,2 p.p.).

Lancia ha registrato in novembre quasi 4.400 auto (il 2,3 per cento in più rispetto a un anno fa) per una quota del 3 per cento. La Renegade è "tra le dieci vetture più vendute del mese e ormai stabilmente - con la 500X - la più richiesta del suo segmento".

Rallenta leggermente il noleggio, che in novembre fa registrare un +2,4%, a causa del calo del 20% del breve termine, a cui si contrappone il lungo in aumento dell'11,3%, mentre negli 11 mesi la crescita complessiva è del 16,8%, con una quota stabile al 20,3%. A novembre sono stati registrati 412.194 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di -3,58% rispetto a novembre 2015, durante il quale ne erano stati registrati 427.507. Nel cumulato gennaio-novembre tali segmenti, seppur in crescita, sono quelli che presentano un tasso di incremento più basso, con le utilitarie che perdono 2,6 punti percentuali. La quota è salita dall'1,9% al 2,2%.