Ventura: Balotelli? Non è da stage, ci voglio parlare

Ventura: Balotelli? Non è da stage, ci voglio parlare

L'Italia che verrà, la Nazionale del futuro. Entusiasmo e dedizione al lavoro hanno caratterizzato questi giorni di allenamento diretti da Giampiero Ventura. Ha delle caratteristiche che se dovessero mancare Berardi, Verde, perché non vederlo da vicino. Evidentemente in questo momento di euforia ha cambiato idea, lo capisco anche. Ma questa è anche una gratificazione del lavoro dell'Atalanta. "Dovrebbe essere orgoglioso. E' una polemica nata e finita lì".

Ventura parla poi di alcuni singoli, come ad esempio Gagliardini: "Quando Marchisio ha dato forfait l'ho chiamato senza grandi dubbi, perché l'ho visto giocare due volte di seguito a Bergamo e mi ha dato la sensazione di un giocatore in crescita". La gara con la Roma ha confermato che gli ha fatto bene stare qui, ha giocato con molta personalità. E' uno di quelli mi hanno sorpreso di più. Il tempo dirà se quello che stiamo facendo produrrà effetti buoni, ottimi o straordinari.

Su Bonucci: "Posso sbizzarrirmi a portare esempi". Io prima portavo l'esempio di Barzagli per come si allena, un ragazzo di 35 anni con una professionalità infinita. Ma ci sono anche Romagnoli e Rugani. Vorrei che loro diventassero una squadra. E' una cosa difficile, ma si percepisce la voglia di iniziare insieme: Spero di fare un buon lavoro per l'Italia e per gli italiani. E' l'unica cosa che conta. Con le competizioni c'è grande nazionalismo, più siamo competitivi più è gratificante. "Chiunque sia il ct". Caldara è uno dei giovani più promettenti in quel ruolo. Insomma, i difensori stanno arrivando.

Sui tanti giovani emergenti: "La differenza tra parole e fatti è evidente".

L'importanza di questo progetto: "Abbiamo trovato il coraggio di iniziare. Non ne parlo per loro, ma per tutti gli altri sì". Questa è la differenza fra il dire ed il fare. Chi non è da stage è Balotelli. Sono rimasto sorpreso perché prima degli stage avevo parlato con società e lui. Abbiamo un buco, da adesso a marzo. Il 'problema' suo lo abbiamo detto tante volte. "Magari ne avessimo di giocatori così".

Infine il commissario Ventura chiude con un commento sui due giocatori chiamati dalla Serie B: "Ho convocato Ciciretti che viene dalla Roma, è in cadetteria di passaggio e ha delle potenzialità da sviluppare". E' Serie B per modo di dire. Lo stesso discorso è per Cragno, piacevolissima sorpresa, mi ha stupito in positivo.