Scintille tra Ronaldo e Koke. CR7 accusa: Da lui insulti omofobi

Scintille tra Ronaldo e Koke. CR7 accusa: Da lui insulti omofobi

Il quotidiano sportivo infatti, è riuscito a intercettare quasi integralmente uno scambio di battute tra Cristiano Ronaldo e i suoi compagni di squadra durante il rientro negli spogliatoi.

Al minuto 63 della stracittadina del Manzanarre il portoghese e lo spagnolo si toccano in area biancorossa.

Questa l'ottima risposta del calciatore portoghese Cristiano Ronaldo all'insulto omofobo dell'avversario Jorge Resurrección Merodio, meglio conosciuto come Koke, durante il derby Real Madrid vs Atlético Madrid di sabato sera. E' uno scontro fatto per lo più di contatti proibiti, con sbracciate che si fanno via via più veementi. Arrivano al testa contro testa, sono attimi di forte tensione. Diego Godín riesce a separarli, l'arbitro li ammonisce entrambi. "Gli ho risposto che se ci dovessimo incontrare in giro per Madrid poi vedrà cosa gli farò". Il giocatore dei Colchoneros, secondo quanto raccontato da Ronaldo, lo avrebbe insultato dandogli del "maricon", ovvero dell'omosessuale: "Mi ha detto 'tu sei un maricón' così io ho replicato "se ci becchiamo in giro per Madrid vedi cosa ti faccio".

Koke mi ha chiamato maricón (gay in modo dispregiativo, ndr).

Il compagno di squadra è sorpreso, poi gli chiede cosa abbia intenzione di fare. La cosa è finita lì e CR7 ha realizzato altri due gol nei quindici minuti successivi. Gli ho risposto: sì, sì, sono un maricón, ma un maricón molto ricco, cabrón (l'equivalente del nostro "str***o", ndr).