Samsung è ancora molto amata nonostante il fallimento del Galaxy Note 7

Samsung è ancora molto amata nonostante il fallimento del Galaxy Note 7

Negli uffici Samsung si salta dalla sedia anche per poco, bastano un paio di Galaxy S7 andati a fuoco che i dirigenti Samsung iniziano a sudare freddo.

Nel corso delle ultime settimane si è parlato molto delle caratteristiche che renderanno differente il Samsung Galaxy S8 rispetto al Samsung Galaxy S7.

"Samsung si preoccupa della qualità e della sicurezza della linea Galaxy S7".

A seguito della definitiva estromissione dai mercati dei device della famiglia Note 7, in casa Samsung si è sollevato un vero e proprio polverone che, in molte occasioni, ha rischiato (sebbene sia di fatto ancora così) di trascinare i top di gamma Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, sottoposti recentemente ai nuovi timori di un pubblico che si dice insoddisfatto delle ultime implementazioni e delle misure di sicurezza, spesso e volentieri trascurate a favore dell'estrema brama tecnologica.

L'avviso interessa principalmente gli Stati Uniti, dove il Note 7 ha visto i casi più clamorosi di danni e incendi causati dalle sue batterie difettose. Sfortunatamente per Samsung per, l'immagine non è la sola cosa che è stata danneggiata da quella vicenda. "Fino a quando Samsung non sarà in grado di ottenere ed esaminare un dispositivo, non sarà possibile determinare la vera causa di un incidente". Se i margini di crescita, in un mercato sempre più caratterizzato dai produttori cinesi, sembra un'utopia, Samsung dovrebbe almeno conservare lo zoccolo duro dei suoi utenti, pronto ad accogliere il nuovo Galaxy S8 a febbraio. Il comunicato rilasciato da Samsung ha il compito di rassicurare gli utenti che, soprattutto in vista del periodo natalizio, potrebbero cambiare idea sull'acquisto di un Galaxy S7.