Omicidio a Monza, strangola la compagna davanti ai due figli piccoli

Omicidio a Monza, strangola la compagna davanti ai due figli piccoli

Ancora una volta raccontiamo un femminicidio, ancora una volta parliamo di una donna uccisa dall'uomo che avrebbe dovuto proteggerla per sempre. Lui, Vittorio Vincenzi, 56 anni, imprenditore di Seveso (Monza), era già stato denunciato qualche settimana prima per stalking dalla compagna, Elizabeth Huayta Quispe, di 29 anni.

Tragedia nella notte in un appartamento di Seveso, in provincia di Monza Brianza. La donna avrebbe cercato di difendersi dal gesto del suo compagno ma non ce l'avrebbe fatta. Ad assistere alla terribile morte, i due bambini della coppia che erano in casa. Dopo il delitto, secondo quanto riporta monzatoday.it, ha tentato di nascondere il cadavere dietro un mobile ma proprio in quel momento sono giunti i militari che lo hanno ammanettato. I carabinieri lo hanno arrestato per omicidio in flagranza di reato. Da quanto si apprende le cose tra la vittima e il 56enne non andavano bene da diverso tempo, erano di fatto separati in casa e l'uomo non accettava quella separazione.

L'omicidio sarebbe avvenuto nella cucina dell'abitazione e, purtroppo, il drammatico evento sarebbe avvenuto sotto gli occhi di uno dei due figli della coppia, un bimbo di 3 anni, poi affidato ad alcuni parenti.

Secondo la prima ricostruzione, la donna è stata strangolata, probabilmente a mani nude.