Home CITTA' BORDIGHERA-VALLECROSIA Negi, 39enne omicida fuggito da ospedale psichiatrico, la testimonianza

E' stato fermato poco fa, da una pattuglia di agenti del settore di polizia di frontiera insieme agli uomini del commissariato di Ventimiglia, Arnaud Delserre, 39 anni, fuggito da un ospedale psichiatrico di Nizza, in Francia, dove si trovava fino a giovedì scorso dopo un omicidio risalente al 2011. Le ha anche detto che da ore si nascondeva nei boschi mangiando erba e di non avere documenti.

La donna ha nello specifico raccontato "Mi ha chiesto un rifugio. Pensavo che si trattasse di qualcuno che si era perso e invece, quando mi ha risposto che il rifugio che cercava era un luogo in cui nascondersi, mi sono resa conto che qualcosa non andava bene". Sembrava moribondo, come se fosse sotto l'effetto di tranquillanti o di qualche droga. Quest'ultima, insospettita dalle parole del 39enne che diceva di cercare rifugio e nascondiglio, aveva allertato il marito e poi le forze dell'ordine.

Sembra che l'uomo abbia chiesto aiuto ad una donna che vive nella frazione di Negi, nell'entroterra bordigotto, ma il fare stralunato e il saper parlare solo in francese ha allarmato la signora che ha chiesto aiuto ad un suo amico poliziotto. Nel giro di poche ore la notizie del fuggitivo si è sparsa per tutta Bordighera.

Secondo la descrizione fornita dalla donna, l'uomo indossava scarponcini leggeri, pantaloni verde militare con tasconi, un impermeabile imbottito di colore scuro, un maglioncino marrone con una camicia di pile a righe marroni e un berretto nero di lana con visiera calato sulle orecchie.

Era stato avvistato a Bordighera, Perinaldo e Vallebona. Da ieri è caccia all'uomo.