F1 - Idea Ecclestone: due gare da 40 minuti per aumentare l'attenzione

F1 - Idea Ecclestone: due gare da 40 minuti per aumentare l'attenzione

Secondo il patron della Formula 1, due gare da 40 minuti potrebbero essere più efficaci per riuscire ad attrarre nuovi spettatori e per rendere meno noiose le gare.

Ad una settimana dal termine del Mondiale 2016 di Formula 1, Bernie Ecclestone guarda già al futuro, con l'obiettivo di migliorare il Circus e renderlo più appetibile come spettacolo televisivo. Mister E ha anticipato il nuovo "palinsesto" in un'intervista al Sunday Times: "I tifosi hanno una attenzione sempre più breve e molti sport stanno introducendo formule più brevi". "Gli ascolti sono saliti in Brasile, abbiamo avuto una gara lunga con tanta pioggia e qualche incidente ma ci sono state due partenze per colpa delle bandiere rosse e la gente si e' sintonizzata - e' la sua analisi al quotidiano britannico - Dobbiamo rivedere il concetto tradizionale di un'unica gara lunga". E tra le due gare, circa quaranta minuti di stop per permettere alle televisioni di intervistare i piloti e ai tecnici di sistemare le monoposto.

Proprio un pilota che ha fatto molto parlare di sé in questo 2016 è Max Verstappen: veloce e per niente restio a portare troppo "rispetto" durante i sorpassi, ha rappresentato un vero motivo di interesse nelle corse. "I tempi cambiano ed è un qualcosa a cui dovremmo guardare". Gli sport americani hanno pensato ai time out in mezzo alle partite, perché il pubblico americano non riesce a concentrarsi, è cresciuto con puntate da un quarto d'ora in televisione. E i segmenti televisivi non sono mai più lunghi di 15 minuti. "E ora le persone sono le stesse in tutto il mondo".

Ecclestone critica duramente anche il regolamento: "Il regolamento dovrebbe essere reintitolato 'Non correre'".

Ecclestone si lamenta pure dei regolamenti: "Sono scritti in un modo così complicato che nessuno, nemmeno i piloti, sa quale sia la giusta cosa da fare".