Usa-Russia, è cyber-guerra: "Cia pronta ad attaccare"

Usa-Russia, è cyber-guerra:

Secondo quanto riportato in esclusiva dalla Nbc, che cita fonti dell'intelligence americana, la Cia avrebbe ricevuto l'ordine da parte del presidente Barack Obama di preparare un cyber-attacco "senza precedenti" contro Mosca in risposta alle interferenze del Cremlino nelle prossime elezioni presidenziali.

Non si conoscono, al momento, quali sarebbero le rivelazioni oggetto dei documenti trafugati dalla Cia, ma secondo l'ex ammiraglio James Stavridis, interpellato dalla NBC, potrebbero riguardare le cospicue somme di denaro offshore che gli oligarchi russi custodiscono all'estero.

"Abbiamo la capacità di attaccare a largo raggio", ha dichiarato Biden, "Starà a noi scegliere le circostanze che potranno avere il maggiore impatto". "Io penso che l'Occidente, in particolare gli Stati Uniti, non abbiano mai cessato la Guerra fredda, neppure dopo la caduta dell'Unione Sovietica".

La reazione russa non si è fatta attendere, e Dimitry Peskov, portavoce del Cremlino, ha immediatamente risposto a Biden affermando che tutte le precauzioni necessarie per la salvaguardia degli interessi nazionali a seguito di una "imprevedibilità ed aggressività degli Stati Uniti" saranno prese dal Cremlino. Il leader del Cremlino ha poi accusato l'establishment americano di dipingere la Russia come un "nemico" per "unire il Paese nella lotta" contro di esso. E ha aggiunto: "Il livello di propaganda russofoba che arriva dai vertici ora sta andando oltre".

Oggi intanto i rispettivi ministri degli Esteri discuteranno se non di una vera e propria tregua, almeno di un altro possibile cessate il fuoco temporaneo in Siria. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Gli Usa hanno addossato ai cinesi le incursioni che all'inizio dell'anno hanno messo in mani straniere le chiavi dei dati personali di molti funzionari della Casa Bianca e delle email private (ma non secretate) dello stesso Obama. Stone ha detto che l'Fbi non l'ha ancora sentito, e lui è pronto a collaborare. Del resto, l'appoggio russo a Donald Trump è un dato di fatto e, secondo il presidente Obama, Putin ha ormai il chiaro obiettivo di destabilizzare l'intero ambiente politico americano.

Su questa strada c'è chi suggerisce di esporre agli occhi del mondo la posizione patrimoniale di Putin, e mostrare come il presidente si sia arricchito ai danni dei suoi concittadini negli anni di governo. "Nessuna azione contro la Russia rimarrà impunita", ha ammonito Krutskikh citato dall'Interfax.