Uccisa la figlia di Tyson Gay, un colpo vagante

Uccisa la figlia di Tyson Gay, un colpo vagante

La figlia del velocista americano Tyson Gay, la 15enne Trinity, è stata uccisa durante una sparatoria vicino a un ristorante di Lexington, in Kentucky. La triste scena si svolge nel parcheggio di un ristorante fast-food, il Cook Out. Ricoverata prontamente in ospedale, la ragazzina è morta subito dopo. La polizia ha riferito che la ragazza era stata trasportata in un primo momento, in auto, allo UK Hospital. Gli agenti sono sulle tracce dell'altra vettura. L'ho vista una settimana fa per le vacanze, è una cosa assurda: "non ho idea di cosa sia successo", ha dichiarato il padre a LEX18.com. Tyson Gay ha gareggiato nelle ultime tre Olimpiadi estive, ha vinto numerose medaglie ai mondiali, ma deve la sua fama negativa alla sua positività al doping, per steroidi nel 2013. Lei stessa era una stella nascente della squadra di atletica della sua scuola, la Lafayette High School.

Nel 2016, nello stato del Kentucky, 21 bambini e 6 teenager hanno perso la vita in incidenti legati all'uso di armi da fuoco. Uno delle decine di migliaia sparsi negli Stati Uniti.