Samsung Galaxy Note 7

Samsung Galaxy Note 7

Samsung ha messo la parola fine al Galaxy Note 7. L'azienda sud coreana ha pubblicato, qualche giorno fa, le previsioni sui risultati economico-finanziari relativi al terzo trimestre dell'anno non considerando, però, la successiva interruzione della produzione del suo ultimo phablet.

Di fatto in Italia il problema come abbiamo anticipato è limitato, perchè il dispositivo da noi non è mai stato ufficialmente messo in commercio, se non attraverso una prima fase di pre-ordine di circa 4mila unità, di cui consegnate meno della metà.

Ieri le azioni Samsung Electronics hanno perso l'8% alla borsa di Seul subito dopo l'annuncio del ritiro del Galaxy Note 7 dal mercato e dello stop (probabilmente definitivo) alla sua produzione.

Un rimborso "totale e immediato dell'importo versato" a tutti gli utenti italiani che hanno pre-ordinato il Galaxy Note 7. Inoltre, a questi consumatori verranno comunque spediti dopo la restituzione del Galaxy Note 7 i premi promessi in fase di pre-ordine.

Dopo la produzione, Samsung sospende anche la vendita del Galaxy Note 7. "Restiamo impegnati a lavorare diligentemente con le autorità per assumere tutte le misure necessarie a risolvere la situazione", afferma Samsung. La data indicata è quella del 26 febbraio 2017.

Questa nuova versione Plus dell'attesissimo Galaxy S8, stando alle ultime voci di corridoio, dovrebbe vantare oltre alla già citata risoluzione 4K una diagonale di schermo pari a 5.5 pollici con una densità di pixel altissima, 801PPI.

A livello internazionale, stiamo lavorando con organismi di regolamentazione competenti per investigare i casi recentemente segnalati che coinvolgono esclusivamente il modello Galaxy Note7. Presenti anche dei guanti necessari per alcune persone che potrebbero essere sensibili alla fibra ceramica refrattaria dell'isolamento della scatola. Di seguito le dichiarazioni di Samsung Italia.

Per gli decide di restituire il dispositivo, è prevista la rescissione del contratto d'acquisto e la rifusione della cifra versata (il prezzo in Italia si è attestato poco sotto i 900 euro).