Renzi: 900 milioni a fondo di garanzia banche, una parte nel 2016

Renzi: 900 milioni a fondo di garanzia banche, una parte nel 2016

A dirlo è il presidente del consiglio, Matteo Renzi, nel suo intervento all'assemblea di Assolombarda.

Per il premier, Expo è dunque l'esempio di una Milano che è in grado di guidare il Paese verso un successo. "Non solo metteremo 900 milioni sul fondo di garanzia, ma una parte la anticiperemo nel 2016 con un provvedimento di urgenza per dare un segnale immediato". Come imprenditori, ha aggiunto, siamo "consapevoli che non e' la constatazione ma la visione che determina la realta' e che occorre condividere una visione comune, definire un progetto di quella che abbiamo chiamato una agenda per la competitivita' di medio termine italiana ed europea". "Non ho quarti di nobiltà, non vengo a farvi il consuntivo delle cose fatte, ma a dire che sono convinto che l'Italia possa farcela a condizione che non sia più la patria delle divisioni ma della visione". E una di questa sarà la riduzione dell'Ires, che vogliamo portare al 24 per cento dal 27,5 per cento, un punto sotto la Spagna. L'attenzione si è poi spostata sulla Ue. Invece vi sono esponenti italiani che accolgono altri esponenti italiani al grido di 'mafia, mafia'.

Il Premier ha lanciato anche un'ultima stoccata all'Unione europea, chiamata ad approvare la nuova richiesta di flessibilità: "Negli anni in cui l'Italia è stata assente o quasi nel dibattito europeo, l'Unione si è inaridita e ha fatto regole finanziarie che difendono gli interessi di quei paesi che stanno dominando l'Unione Europea. Non vado la' per sbattere i pugni sul tavolo, ma perchè senza l'Italia l'Europa è meno ricca". Milano è la città che ha accolto i miei nonni.