Piazza Affari ricarica le batterie prima di ripartire?

Piazza Affari ricarica le batterie prima di ripartire?

Anche nel resto d'Europa le Borse si muovono del resto con cautela. Il comparto tecnologico europeo (-2%) fa inoltre i conti con le notizie provenienti da Samsung, che dopo lo stop al Galaxy 7 ha ridotto le stime sui risultati operativi del terzo trimestre di oltre il 30%. L'Oro è sostanzialmente stabile su 1.254,4 dollari l'oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 50,75 dollari per barile, con un calo dell'1,17%.

I listini del Vecchio continente limitano però i danni, con Milano addirittura in territorio positivo e il Ftse Mib che avanza a metà mattina dello 0,4% a 16.539 punti.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 135 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,38%.

La seduta odierna di fatto non aggiunge nulla di nuovo rispetto alla giornata precedente, con l'indice che si è mosso in un range meno ampio di quello della vigilia. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che procede a piccoli passi.

Seduta in frazionale ribasso per l'Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,68%.

La sterlina aggiorna ancora i record negativi Scivola ancora la sterlina che è tratta a 1,2375 dollari (da 1,2439) e a 0,9033 per un euro (da 0,9001). A Piazza Affari, si distinguono i settori Banche (+1,29%), Materie prime (+1,15%) e Immobiliare (+1,03%). Il numero uno di BPM, Castagna continua a fare pressing sull'operazione.Decolla UBI Banca con un importante progresso del 5,45%. Ben acquistate poi Atlantia (+1,53%), Buzzi Unicem (+1,28%), Terna (+1,27%), Prysmian (+1,18%), Telecom (+1,24%) e Ferrari (+1,13%).