Nuoro, allevatore 63enne ucciso a colpi di fucile

Nuoro, allevatore 63enne ucciso a colpi di fucile

Un vero e proprio agguato di stretta marca barbaricina quello che ha tolto la vita a un allevatore di 63 anni di Lula, colpito presumibilmente all'alba di stamane, domenica, da alcune fucilate esplose a breve distanza. A trovare il cadavere è stata la moglie. La donna, preoccupata per il mancato rientro a casa del marito, si è recata nel podere di famiglia, in località Suadu.

Qui la macabra scoperta. L'uomo è stato ucciso alle prime ore del mattino nel suo terreno alle porte del paese, non troppo distante da un distributore di benzina. Calia era già noto alle Forze dell'Ordine per svariati precedenti, ma soprattutto era già stato in carcere per 18 anni (scarcerato nel 2011) per il sequestro dell'imprenditore nuorese Luigi Devoto (rapito a Nuoro il 18 maggio 1985). Sul posto sono arrivati il comandante provinciale dei carabinieri di Nuoro Saverio Ceglie, il sostituto procuratore Manuela Porcu e il medico legale Vindice Mingioni.