Milena Gabanelli: "Lascio la conduzione di Report"

Milena Gabanelli:

A partire da questa prima puntata verranno illustrati i passaggi di filiera che non vengono dichiarati in etichetta, in questo caso per quanto riguarda i derivati del latte. Da quest'anno si concentrerà sull'alimentazione in un mini-spazio tutto suo dalla collocazione prestigiosa (forse sarebbe stato più prudente collocarlo in coda a Report beneficiando del suo traino).

Anticipazioni della prima puntata stagionale di Report. Tre servizi d'inchiesta che andranno in onda, a cominciare con un tema molto discusso negli ultimi mesi dedicato al bioligico dal titolo Bio Illogico.

Milena Gabanelli, dopo 20 anni di "Report", ne lascia la conduzione. Nel corso di un'intervista concessa al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni è stata la stessa Milena Gabanelli a spiegare in che modo è stata condotta l'inchiesta della prima puntata di Report sul finto bio: "Bernardo Iovene si è infiltrato nel settore facendosi passare per un imprenditore che voleva coltivare usando i pesticidi per poi vendere i prodotti con il marchio "bio", raddoppiando così i guadagni". E si scopre che tonnellate di cereali sono state vendute come biologiche quando non era vero. "Il perché e il per come, però, li dirò stasera ai telespettatori", ha detto Gabanelli. Dalla truffa sul Bio emersa in questi giorni e che ha gettato diversi dubbi sulla popolazione, al ruolo dell'Italia in seno all'Europa, fino ad una problematica che interessa i giovani. È bastato cambiare un numero su un certificato per far passare undicimila tonnellate di grano duro convenzionale come biologico, racconta il sito di Report. L'inchiesta a ritroso porta in Romania, dove alcuni enti italiani sono stati fermati poichè certificavano come biologici prodotti trattati con pesticidi, e nello stesso ministero delle Politiche agricole, al cui interno si potrebbero trovare connessioni e relazioni non del tutto cristalline. Il prodotto che è stato spedito è davvero biologico? La rubrica Disonore al merito, ci condurrà a Bruxelles, dove ha sede la Rappresentanza permanente dell'Italia presso l'Unione Europea. Sarà invece il servizio Muoversi ad occupare di corpo e salute, andando a guardare più da vicino il problema sedentarietà, considerata la causa di molte patologie.