Lumarzo: 68enne esce a cercare funghi e viene decapitato. Testa scompare

Lumarzo: 68enne esce a cercare funghi e viene decapitato. Testa scompare

E in tutto ciò la testa non è stata ritrovata.

Genova. Si stanno concentrando su tre sospettati le indagini sull'omicidio del pensionato 68 enne Albano Crocco, scomparso ieri mattina nei boschi di Lumarzo, dove era andato a cercare funghi e il cui corpo senza la testa è stato ritrovato nel pomeriggio. Ad affermarlo il neo comandante del reparto operativo del comando provinciale dell'arma Alberto Tersigni, che lo ha confermato nel corso del primo incontro con la stampa avvenuto il 12 ottobre.

Gli investigatori hanno ricostruito le varie fasi dell'orribile omicidio nel bosco. Gli sarebbe stato sparato alla nuca con un colpo di fucile, una volta a terra sarebbe stato decapitato con una grossa arma da taglio, probabilmente un machete dopodiché sarebbe stato trascinato per centro metri e gettato in un dirupo. Non solo, l'uomo - secondo i primi accertamenti del medico legale - sarebbe stato colpito da un fucile a pallini, tipico dei cacciatori.

Era stata la figlia dell'uomo a dare l'allarme e anche lei ha partecipato alle ricerche che si sono concluse alle 19 di martedì quando i vigili del fuoco e dagli uomini del Soccorso alpino e speleologico ligure hanno ritrovato il cadavere dell'uomo.

Dalle parole dei conoscenti una sola certezza: l'ex infermiere, incensurato, era un tipo tranquillo e non aveva nemici. Ieri l'attività venatoria era vietata.