Le novità sul mini-condono fiscale di Equitalia

Le novità sul mini-condono fiscale di Equitalia

Cosa cambia con le cartelle Equitalia.

"La rottamazione delle cartelle di Equitalia - ha spiegato il viceministro dell'economia Enrico Zanetti - è una mossa intelligente che consente a molte piccole imprese di voltare pagina rispetto a uno degli effetti più odiosi della lunga crisi". A spiegarlo - scrive Il Messaggero - è la relazione illustrativa alle norme che sono sul tavolo di Palazzo Chigi e del Tesoro in vista della predisposizione della manovra che sarà approvata questo fine settimana e che dovrebbe essere presentata alle Camere il prossimo 20 ottobre. Sebbene, come riferito ieri dall'Upb, l'Ufficio Parlamentare di bilancio, i tempi potrebbero anche allungarsi. Vale a dire la metà circa del debito pubblico italiano. Il 20,5% di questi carichi, tuttavia, è già stato annullato dagli enti creditori.

Pertanto, alla fine dei giochi, al netto di altri 25 miliardi di euro di rate per riscossioni dilazionate e di 81 miliardi di riscosso, le cartelle Equitalia ammontano a 85 miliardi di euro.

Secondo il progetto di rottamazione delle cartelle Equitalia, inoltre, nei casi più gravi di evasione fiscale, chi aderirà alla rottamazione vedrà interrotto l'eventuale processo penale a proprio carico, sempre che non sia già stato aperto il rito processuale. La stessa cifra della rottamazione del 2002, quando la base di partenza era leggermente inferiore, di 49 miliardi. Infatti, ora si propone di estinguere quei carichi pendenti con Equitalia al 31 dicembre del 2015. Ai quali poi dovrà essere sommata anche una cifra pari al 3% di quanto iscritto a ruolo, inclusi gli interessi di mora, a titolo di remunerazione forfetaria per la stessa Equitalia.

Nel dettaglio, la misura prevederebbe il pagamento in un'unica soluzione o fino a tre rate, entro il 2017, godendo di uno sconto che alleggerirebbe il proprio debito. Le altre due rate potranno essere saldate dopo 12 e 24 mesi dal pagamento della prima. Nel governo si sta pensando anche di estendere la rottamazione a chi ha rateizzato il proprio debito. Anche in questo caso sarà possibile beneficiare degli sconti sugli interessi. Nell'articolato delle norme è prevista la possibilità di pagare quanto dovuto anche utilizzando eventuali crediti commerciali nei confronti della Pubblica amministrazione.