Juventus e Fiorentina a rischio falso in bilancio

Juventus e Fiorentina a rischio falso in bilancio

Bufera su Fiorentina e Juventus, la Calciopoli Finanziaria. L'ha fatto Il Fatto Quotidiano che ha spiegato cosa potrebbe accadere alle due società. Dieci anni dopo Calciopoli, infatti, si torna ancora a parlare di ingiustizie, beghe legali, truffe e conseguente rischio di penalizzazione o addirittura di retrocessione.

Lo scorso luglio Giuseppe Gazzoni Frascara aveva depositato in procura a Firenze per conto della Victoria 2000 srl una denuncia contro i dirigenti viola per il mancato accantonamento nel bilancio chiuso il 31 dicembre 2015 della somma che la Fiorentina potrebbe dover versare come risarcimento alle parti lese (retrocessione in quella stagione di Brescia, Atalanta e Bologna, oltre a Victoria 2000 e Figc). E se è vero che a volte si parla a nuora perché suocera intenda, la denuncia fatta a Diego Della Valle nasconde un risvolto ben più importante: suona cioè come preciso avvertimento ad Andrea Agnelli e al cda juventino (Marotta, Nedved, Giulia Bongiorno ecc.) che martedì 25 saranno chiamati all'approvazione e del bilancio semestrale chiuso il 30 giugno 2016. Se le due società dovessere essere ritenute colpevoli potrebbero avere sia problemi sportivi sia finanziari, molto seri, visto che la Juventus è anche quotata in borsa. "La verità è che il tempo delle boutade e delle fanfaronate su Calciopoli è finito - si legge sul Fatto Quotidiano -".

In capo alla Juventus pende già, come noto, una doppia richiesta di risarcimento: una della società Victoria presso la Corte d'appello di Napoli e una di Gazzoni presso il Tribunale di Roma, per un totale di 113 milioni.

In più, il mancato accantonamento di somme in bilancio costituirebbe illecito amministrativo: risulterebbe irregolare, per Fiorentina e Juventus, persino l'iscrizione al campionato (art. 7, documentazione irregolare fornita alla Covisoc) e per questo tipo di illeciti, di natura amministrativa, le sanzioni vanno da 1 a più punti di penalizzazione fino alla retrocessione per gli illeciti più gravi. E negli ultimi anni, di questi esempi ne abbiamo a decine: Parma, Siena, Brescia. Secondo quanto riportato da Paolo Ziliani su il Fatto Quotidiano, la Juventus, come la Fiorentina, rischierebbero una penalizzazione in termini di punti per il campionato in corso per via di un falso in bilancio. Fare utili di bilancio e acquistare il fior fiore dei campioni è troppo facile, altrimenti.