Inter, all in su Berardi: proposto uno scambio

Inter, all in su Berardi: proposto uno scambio

Infine torna sulla sconfitta con il Pescara persa a tavolino: "Siamo molto arrabbiati, il tesseramento era stato comunicato per tempo, anche in anticipo, il fatto che mancasse la Pec era un fatto formale che non dovrebbe essere sanzionato con 3 punti di penalizzazione". Se Squinzi ha chiuso, l'ad Carnevali ha aperto chiaramente le porte. Sicuramente a gennaio non venderemo Berardi nè i pezzi migliori. Non abbiamo necessità di venderlo.

"Quest'anno Domenico Berardi lo terremo. Di certo non andrà via a gennaio, poi a giugno vedremo". E' bastata questa frase di Ausilio a far capire che l'Inter continua a sognare il gioiello del Sassuolo, da cui giunge una clamorosa apertura ai nerazzurri. Giovanni Carnevali, amministratore delegato dei neroverdi, a margine di un evento, ha lanciato un messaggio inequivocabile alla dirigenza nerazzurra: "Con Ausilio ho un ottimo rapporto - parole riportate dal 'Corriere dello Sport' - e non ho mai detto "Mai all'Inter", perché non è assolutamente una cosa vera: questa è una cosa che può succedere". Probabilmente in estate ha parlato con l'entourage del giocatore o con il ragazzo stesso, ma lui aveva già deciso di restare con noi un'altra stagione. In estate valuteremo quello che sarà meglio, ma adesso è troppo presto per pensare al futuro. L'Inter per ora non ci ha mai presentato una richiesta ufficiale per Berardi.

Berardi è uno dei piatti più prelibati del prossimo mercato.

Colpisce l'affermazione di Squinzi, che oltre ad esagerare forse a livello di obiettivi considera seriamente il suo Sassuolo la seconda squadra più ricca del campionato.