Giovanni Salzano, vice presidente Savoia, unione civile gay. Cade tabù nel calcio

Giovanni Salzano, vice presidente Savoia, unione civile gay. Cade tabù nel calcio

Il dirigente della squadra campana ha in questo modo fatto vedere pubblicamente che il mondo del pallone non è necessariamente omofobo e che anche gli omosessuali devono uscire allo scoperto perché non sarà certo l'unico (e nemmeno il primo) gay nel mondo degli spogliatoi. La Pro, nel passato nota come Savoia Calcio ed una delle società più antiche del meridione, continua la volata verso la Serie D, augurandosi un'altra gioia dopo l'unione del vicepresidente con il suo compagno.

Cade anche uno degli ultimi tabù nel calcio: Giovanni Salzano, vice presidente del Savoia, ha celebrato l'unione civile col compagno Carlo Piergiovanni. Entrambi hanno postato sui rispettivi profili Facebook i video dell'unione civile e dei festeggiamenti, accompagnati dal messaggio: "Tra poco uniti anche per lo Stato Italiano".

Grande festa a Torre Annunziata per un evento che è davvero speciale: è la prima volta che una coppia gay si sposa ufficialmente nel mondo del calcio.

Come riporta La Repubblica, l'imprenditore romano che è entrato a far parte del mondo calcistico oplontino, è il primo dirigente in Italia ad aver resa pubblica la sua omosessualità ma anche il primo a decidere di sposarsi (possibile grazie al famoso decreto Cirinnà).

"Sono felice di questa notizia e orgoglioso".

"L'omofobia - conclude Sannino - è abbastanza radicata ancora, purtroppo, non solo tra i tifosi".