Volkswagen ID, nasce la gamma di auto elettriche

Volkswagen ID, nasce la gamma di auto elettriche

Tra queste spicca la cosiddetta "modalità ID Pilot",una tecnologia di guida completamente autonoma.

La concept Generation EQ si serve di due propulsori elettrici installati sui due assali, in grado di sviluppare complessivamente 402 CV di potenza e 700 Nm di coppia massima. Matthias Müller, il CEO del Gruppo, qualche mese fa ha infatti annunciato "TOGETHER - Strategy 2025", la nuova strategia che trasformerà il Gruppo Volkswagen da costruttore automobilistico a fornitore di mobilità sostenibile di riferimento a livello mondiale. Anche se saranno assenti molte Case, soprattutto premium e del lusso - come Rolls-Royce, Bentley, Lamborghini e Aston Martin, ma anche Mini, Ford, Volvo e Mazda - anche quest'anno si i profila il pieno di presenze sia di novità che di top manager pronti a utilizzare la tradizionale vetrina di Porte de Versailles per annunciare nuove strategie e obiettivi per il 2017. La Casa tedesca ha tracciato la strada verso una gamma di vetture elettriche che nasceranno sulla piattaforma MEB - pianale modulare per veicoli elettrici - e punta al milione di auto a zero emissioni entro il 2025.

A un anno di distanza dal dieselgate scoppiato proprio durante un altro Salone, ovvero quello di Francoforte, a Parigi, pur non mancando le supercar, vedi la nuova e bellissima Ferrari scoperta, e i concept, le protagoniste di una fiera super blindata sono stati proprio i veicoli elettrici. "Si tratta di EQ, intelligenza elettrica, e sotto questo ombrello venderemo anche offerte di ricarica e accumulatori, che servono per ricaricare velocemente le auto". Alla rassegna transalpina è attesa anche la versione europea della berlina IS, il cui restyling è stato presentato lo scorso aprile al Salone di Pechino e che dovrebbe essere in vendita nel Vecchio Continente entro fine anno: presenta un look più affilato, con forme rese più aggressive dalle originali prese d'aria maggiorate.

Prospettive diverse che a volte rasentano i sogni.

I fari in realtà appaiono uno degli aspetti più interessanti della vettura.

Il Concept car Volkswagen ID utilizza il laser per rilevazioni primarie, che sono integrate da ultrasuoni, radar e sensori della macchina fotografica. I dati sul traffico vengono raccolti dalle singole macchine e utilizzati per aggiornare il modello che tiene anche conto delle condizioni del terreno in tempo reale.

Il "new deal" Volkswagen nel settore delle auto elettriche (che, con la Concept ID attesa al debutto entro il 2020, si pone in un ruolo di diretta concorrente nei confronti di BMW i3, Chevrolet Bolt, Opel Ampera-e e la futura Tesla Model 3) si esprime, attraverso la Concept ID esposta al Mondial de l'Automobile 2016, in un corpo vettura decisamente compatto: 4,1 m di lunghezza, 1,8 m di larghezza, 1,53 m di altezza, con un passo di 2.750 mm. Tutto questo però ha un rovescio della medaglia.