Treni a 50 all'ora da domani, annuncia Ferrotramviaria

Treni a 50 all'ora da domani, annuncia Ferrotramviaria

L'ANSF ha quindi prontamente diramato una cogente e stringente nota in cui segnala, ai gestori delle suddette reti, gli standard di sicurezza attesi e le controindicazioni nell'eventualità di una loro assenza. Ferrovie Nord Barese ha reso noto che i treni da stamane rispettano il limite di 50 Km/h nelle tratte non coperte dal Sistema di controllo marcia treni.

Roma, 30 set (Prima Pagina News) Ferrotramviaria S.p.A. disporrà, a partire dal 1 ottobre 2016, il limite di velocità di 50 km/h a tutte le corse dei treni in programma nel rispetto di quanto previsto dalla nota dellAgenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie inviata a tutte le aziende ferroviarie.

Considerando, inoltre, che quello dei 50 chilometri è solo uno dei provvedimenti previsti nelle nuove linee guida per garantire le migliori condizioni di viaggio per passeggeri, pendolari e dipendenti. È di tutta evidenza che bisognerà affrontare ogni singola situazione perché ogni azienda ha le proprie caratteristiche e le proprie peculiarità. E la Puglia, dopo il drammatico 12 luglio, è sotto osservazione. La circolare riguarda undici linee della Regione Puglia, con le compagnie Ferrotramviaria, Ferrovie del Gargano e Ferrovie del Sud Est.

Il pensiero, però, non può che rivolgersi alla tragedia che costò la vita a 23 persone. Ulteriormente. Già la tratta Andria-Corato è chiusa per ovvi motivi dal giorno dell'incidente, in più dal 26 settembre è stata chiusa anche la tratta da Corato a Ruvo per i lavori di raddoppio del binario. Con conseguenti ripercussioni sul servizio che mettono già in allarme i pendolari, che temono ritardi e disagi. "Ma adesso dobbiamo mettere più soldi per i 600 milioni di passeggeri pendolari e per le metropolitane", ha evidenziato il premier Matteo Renzi, sottolineando anche l'apertura dei cantieri della linea Napoli- Bari, con oltre 6 miliardi di euro per connettere due aree che raggiungono una quota di oltre il 40 per cento della produzione di mercato nel Meridione e l'alta velocità che dovrà arrivare fino a Lecce.