Torna Pippo Baudo, condurrà Domenica In

Torna Pippo Baudo, condurrà Domenica In

"Chiamo Biriaco venti volte al giorno". Eravamo 4: Corrado, Bongiorno, Tortora e io. Come a dire che fino a quando avrà energie lui non mollerà il timone e c'è da scommettere che lo vedremo ancora molto in televisione.

"Non ci sarà niente di nostalgico".

Un'edizione questa di "Domenica in" legata molto all'attualità con la presenza di una serie di rubriche e di appuntamenti che spazieranno dal cinema al teatro, dalla musica alla danza, fino alla presentazione di libri alle mostre d'arte più prestigiose della settimana. Ma i giovani sono tutti quanti alla ribalta, stanno lavorando tutti e spesso, io invece faccio soltanto Domenica In. "Noi espleteremo altri obblighi di servizio pubblico come la promozione culturale, da quella teatrale a quella cinematografica", dice.

"Mi accomunano sempre a Renzi perchè abbiamo frequentato lo stesso liceo Dante" ha detto l'attrice.

Non rimane che attendere domenica 2 ottobre. Prende in giro Silvio Berlusconi, ottantenne come lui: "L'unica cosa che non gli è riuscita sono i capelli".

"'Domenica In' compie 40 anni".

"Sono venuti tutti, e torneranno tutti", annuncia Baudo. Oppure De Niro: ben 40 minuti in totale di intervista, e pensare che ne erano stati pattuiti appena cinque.

A proposito di battute, Baudo se n'e' concessa un'altra quando ha riferito degli ospiti della prima puntata: "Ci sara' Eleneora Giorgi, che raccontera' il suo libro 'Nei panni di un'altra'; quindi si parlera' del film 'Qualcosa di nuovo' (nelle sale dal 13 ottobre) diretto da Cristina Comencini e in studio ci saranno Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti".

Si parte infatti con uno speciale dedicato al grande Corrado che condusse le prime tre edizioni del programma. Ad affiancare il popolare conduttore, di ritorno in tv dopo sei anni - "Ma ho fatto tante ospitate, non sono stato poì così assente" ha commentato Baudo - ci saranno non una ma due primedonne: l'attrice toscana Chiara Francini e la showgirl Manuela Zero.

Il direttore di Rai1 Fabiano punta con Baudo "al rilancio di un marchio e di un programma storico della Rai": "Chi meglio di lui, che è un attrattore di talenti, già affermati e sconosciuti? L'obiettivo è di proporre una domenica pomeriggio piacevole, godibile ma con contenuti di un certo spessore". Mentre Baudo, prima scherza dicendo che "allora ogni punto di share in più" chiederà dei soldi e poi aggiunge più serio: "Ostento sicurezza però ho delle paure anche io". Ho avuto molte proposte ma cercavo progetti che mi facessero crescere.