Spotify vuole comprare SoundCloud per attaccare Apple Music

Spotify vuole comprare SoundCloud per attaccare Apple Music

Secondo un nuovo rapporto pubblicato dal Financial Times, Spotify sarebbe in trattative avanzate per l'acquisto di SoundCloud, una mossa che permetterebbe al servizio di streaming musicale di ampliare ulteriormente la propria libreria di contenuti.

I motivi che spingerebbero Spotify a puntare su SoundCloud sono facilmente spiegati. Stessa offerta proposta da Spotify, Apple Music, Deezer, Google Play Music e altri servizi, e come tali la qualità audio è mediocre (AAC a 256kbps su Apple Music, MP3 a 320kbps su Deezer e OGG a 320kbps su Spotify - oggi solo TIDAL e Qobuz offrono musica come CD, ma costa 19,99 euro al mese).

SoundCloud vanta attualmente circa 175 milioni di utenti attivi mensilmente, utenti che porterebbe portare grossi benefici a Spotify soprattutto nella lotta a colpi di streaming con la concorrente Apple Music.

Ricordiamo, infine, che la piattaforma SoundCloud è nata tra il 2007 e il 2008, con l'obiettivo di fornire un'importante vetrina ai musicisti emergenti. Ufficialmente, né SpotifySoundCloud confermano le contrattazioni ma è anche comprensibile viste le somme di cui stiamo parlando. L'acquisizione si prospetta quindi molto positiva per SoundCloud e i suoi investitori - tra i quali Twitter, che ha investito 70 milioni di dollari a giugno - in quanto Spotify dovrebbe quotarsi in borsa nell'estate del 2017. Entrambe le società facilitano e ispirano la cultura contemporanea per cio' che accade in tempo reale, per raggiungere milioni di persone in tutto il mondo. Il servizio on demand SoundCloud Go non è infatti riuscito a prendere piede, almeno non in modo evidente.